22 novembre 2019

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Per argomento
 
Ordine cronologico
 
>Cassazione
 
>2019
 
 
>2018
>2017
>2016
>2015
>2014
>2013
>2012
>2011
>2010
>2009
>2008
>2007
>2006
>2005
>2004
>2003
>2002
 
>Consiglio di Stato
 
>Corte di Assise
 
>Tribunali
 
>Corte costituzionale
 
>Corte Europea
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 
 

Accessi:
2130057
 
 
 
Utenti online:
1
 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
REPERTORIO DELLE SENTENZE  |  ORDINE CRONOLOGICO  |  CASSAZIONE  |  2019 
 
 
 
Sentenza Cassazione (617): Sulle “norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro” di cui agli artt. 589 e 590 c.p..

Le "norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro" di cui agli artt. 589 e 590 c.p. sono riferibili non solo alle norme inserite nelle leggi specificamente antinfortunistiche ma anche a tutte quelle che tendono a garantire la sicurezza del lavoro.

 
   
 
Sentenza Cassazione (616): Sulla responsabilità del datore i lavoro per la mancata sicurezza di un macchinario - penale Sezione IV n. 44168 del 30 ottobre 2019.

Il datore di lavoro è tenuto ad accertare i requisiti di legge dei macchinari utilizzati e risponde dell'infortunio di un dipendente dovuto alla loro mancanza senza che la presenza della marcatura "CE" valga ad esonerarlo dalle sue responsabilità.

 
   
 
Sentenza Cassazione (612):Sull’obbligo di formazione dei lavoratori anche se muniti di un bagaglio personale di esperienza - Sezione IV penale n. 39732 del 27 settembre 2019.

Per un'adeguata formazione dei lavoratori si può tenere conto del personale bagaglio di conoscenza e di esperienza dagli stessi acquisito per effetto di una lunga esperienza operativa o per il travaso di conoscenza che comunemente si realizza nella collaborazione tra lavoratori? Il parere della Corte di Cassazione in una recente sentenza della Sez. IV penale e il commento a cura di G. Porreca.

 
   
 
Sentenza Cassazione (614): Sull’infortunio di un lavoratore occcorso mentre collaborava con un'altra impresa dello stesso cantiere - Sezione feriale penale n. 39072 del 24 settembre 2019.

Non può essere ritenuto eccentrico il comportamento di un lavoratore che, trovandosi in un cantiere ove operano più imprese, collabori a qualsiasi titolo, anche occasionalmente ed indebitamente, alle lavorazioni di un’impresa diversa dalla propria.

 
   
 
Sentenza Cassazione (608):Sulla responsabilità del datore di lavoro nelle strutture aziendali complesse - Sezione III penale - n. 36687 del 30 agosto 2019.

In materia di sicurezza sul lavoro nel caso in cui in una azienda manchino in alcune attrezzature di lavoro dei dispositivi di sicurezza previsti dalle disposizioni di legge, è configurabile la responsabilità del datore di lavoro anche nelle strutture aziendali complesse. Il parere della Corte di Cassazione in una recente sentenza.

 
   
 
Ordinanza Cassazione (610):Sulla inderogabilità dei doveri di vigilanza e controllo da parte del datore di lavoro - Sezione VII penale - n. 33446 del 24 luglio 2019.

In una breve ordinanza della sezione VII penale la Corte di Cassazione si è espressa sulla derogabilità e sulla delegabilità da parte del datore di lavoro in quanto ai doveri di vigilanza e controllo sull'applicazione delle norme poste a tutela della salute e sicurezza dei lavoratori. 

 
   
 
Sentenza Cassazione (611):Sull’applicazione del principio di affidamento in materia di salute e sicurezza sul lavoro - Sezione IV penale n. 32511 del 22 luglio 2019.

Compito del titolare della posizione di garanzia è evitare che si verifichino eventi lesivi connaturati all'esercizio delle attività lavorative anche nell'ipotesi in cui i rischi siano conseguenti ad eventuali negligenze e imprudenze dei lavoratori.

 
   
 
Sentenza Cassazione (602): sui criteri per il riconoscimento del lavoratore autonomo nelle attività lavorative - Sezione IV penale - n. 30991 del 16 luglio 2019.

Le qualifiche di lavoratore e di datore di lavoro, secondo il D. Llgs. n. 81/2008, fanno perno rispettivamente sui criteri della organizzazione e direzione del lavoro e sulla mancanza di autonomia del lavoratore nell'espletamento delle sue attività. 

 
   
 
Sentenza Cassazione (605): sulla responsabilità per l'infortunio occorso a un lavoratore di un'impresa subappaltatrice - Sezione III penale - n. 30539 del 11 luglio 2019.

Il committente è esonerato dagli obblighi in materia antinfortunistica limitatamente alle precauzioni che richiedono una specifica competenza nelle procedure da adottare, nell'utilizzazione di speciali tecniche o nell'uso di determinate macchine.

 
   
 
Sentenza Cassazione (604): sulla responsabilità per l'infortunio di un lavoratore accaduto in un condominio - Sezione III penale - n. 29068 del 3 luglio 2019.

L'amministratore può rispondere per l’infortunio avvenuto durante i lavori di manutenzione del fabbricato condominiale per culpa in eligendo, se l’impresa affidataria risulta priva di capacità tecnica, e in vigilando per non avere vigilato su di essa.

 
   
 
Sentenza Cassazione (603): sulla giusta interpretazione della nozione di interferenza ex art. 26 D. Lgs. n. 81/2009 - Sezione IV penale - n. 27944 del 26 giugno 2019.

La nozione di interferenza tra impresa appaltante e appaltatrice non può ridursi alle sole circostanze che riguardino "contatti rischiosi" tra il personale delle due imprese, ma deve ricomprendere anche tutte le attività antecedenti ai contatti stessi.

 
   
 
Sentenza Cassazione (613): Sull’obbligo della individuazione e della valutazione dei rischi rari e dei rischi ignoti - Sezione IV penale n. 27186 del 19 giugno 2019.

Il datore di lavoro ha l'obbligo di individuare tutti i fattori di rischio presenti nella propria azienda. Ma come deve comportarsi nei confronti dei rischi rari e dei rischi "non noti" e quando un rischio è da considerarsi "non noto"? Ha risposto la Corte di Cassazione in una recente sentenza della IV sezione penale. Il commento a cura di G. Porreca.

 
   
 
Sentenza Cassazione (600): sull'importanza nei reati colposi dell'efficienza causale delle condotte trasgressive - Sezione IV penale - n. 26082 del 13 giugno 2019.

In tema di reati colposi, l'addebito di un evento lesivo presuppone che un eventuale comportamento lecito e diligente avrebbe certamente evitato il suo verificarsi o avrebbe avuto significative probabilità di determinare un evento lesivo meno grave.

 
   
 
Sentenza Cassazione (598): sulla sospensione del cantiere da parte del CSE in caso di pericolo grave e imminente - Sezione III penale - n. 25739 del 11 giugno 2019

Si è espressa ancora una volta la Corte di Cassazione in una recente sentenza sull'obbligo da parte del CSE di sospendere le attività in un cantiere edile in presenza di un pericolo grave e imminente direttamente riscontrato. E' sufficiente per la suprema Corte la presenza di un ponteggio privo delle necessarie protezioni contro la caduta dall'alto perché il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione adotti il provvedimento di sospensione?

 
   
 
Sentenza Cassazione (609):Sulla interferenza tra le organizzazioni che operano nello stesso luogo di lavoro - Sezione IV penale - n. 24926 del 5 giugno 2019.

Fornito dalla Corte di Cassazione in una recente sentenza della IV sezione penale un utile suggerimento per una corretta individuazione dei rischi interfernziali di cui all'art. 26 del D. Lgs. n. 81/2008 sugli obblighi connessi ai contratti di appalto o d'opera o di somministrazione che possono emergere allorquando diverse organizzazioni di lavoro operano nell'ambito di uno stesso ambiente.

 
   
 
 
risultati da 1 a 15 di 37       pagina successiva
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it