30 settembre 2020

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Per argomento
 
Ordine cronologico
 
>Cassazione
 
>2020
 
 
>2019
>2018
>2017
>2016
>2015
>2014
>2013
>2012
>2011
>2010
>2009
>2008
>2007
>2006
>2005
>2004
>2003
>2002
 
>Consiglio di Stato
 
>Corte di Assise
 
>Tribunali
 
>Corte costituzionale
 
>Corte Europea
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
E' accaduto
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 
 

Accessi:
2295642
 
 
 
Utenti online:
6
 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
REPERTORIO DELLE SENTENZE  |  ORDINE CRONOLOGICO  |  CASSAZIONE  |  2020 
 
 
 
Ordinanza Cassazione (643):sull'obbligo da parte del direttore dei lavori del controllo in materia di sicurezza sul lavoro - Sez. VI civile n. 6321 del 5 marzo 2020.

Il direttore dei lavori esercita, per conto del committente, i poteri di controllo sull'attuazione dell’appalto che questi non può svolgere di persona, sicché ha il dovere di vigilare affinché l'opera sia eseguita in maniera conforme al progetto.

 
   
 
Sentenza Cassazione (642):sulla sanzione per una violazione in materia di salute e sicurezza che ha interessato pi¨ lavoratori - Sez. III penale n. 23611 del 7 agosto 2020.

La sanzione da applicare per la violazione di una disposizione in materia di salute e sicurezza, anche se ha riguardato più lavoratori, è unica a meno che il legislatore non abbia indicato esplicitamente che vada applicata per ogni singolo lavoratore.

 
   
 
Sentenza Cassazione (641):sulla responsabilitÓ dellĺente per omessa fornitura di idonei guanti di protezione - Sez. IV penale n. 13575 del 5 maggio 2020.

In tema di responsabilità degli enti, anche nel caso che il reato si sia prescritto, il giudice deve procedere all'accertamento della responsabilità amministrativa della persona giuridica nel cui interesse e nel cui vantaggio l'illecito fu commesso.

 
   
 
Sentenza Cassazione (640): sulla responsabilitÓ del gestore dii un fondo agricolo per l'infortunio di un lavoratore occasionale - Sez. IV penale n. 15333 del 19 maggio 2020.

Per l'infortunio occorso a un collaboratore occasionale su di un fondo agricolo risponde il gestore in quanto, rivestendo una specifica posizione di garanzia, grava su di esso l'obbligo giuridico dell'esatta osservanza delle norme antinfortunistiche.

 
   
 
Sentenza Cassazione (639): sugli obblighi de˛e imprese affidatarie nei c<ntieri temporanei o mobili - Sez. IV penale n. 12440 del 20 aprile 2020.

L’impresa affidataria è tenuta a adempiere per ogni ditta subappaltatrice agli obblighi di verifica della idoneità tecnico professionale, allo scambio delle informazioni, alla cooperazione e coordinamento e alla valutazione dei rischi interferenziali.

 
   
 
Sentenza Cassazione (638): sul nesso di causalitÓ tra una condotta omissiva del medico competente e il decesso di un lavoratore - Sez. IV penale n. 19856 del 2 luglio 2020.

A fronte di una condotta indiziata di colpa che abbia cagionato un certo evento occorre chiedersi se, in caso di un comportamento alternativo lecito, l'evento si sarebbe verificato ugualmente.

 
   
 
Sentenza Cassazione (636): sull'adozione delle misure di sicureza indipendentemente dal rapporto di lavoro - Sez. IV penale n. 13856 del 7 maggio 2020.

Il rispetto delle norme antinfortunistiche esula dalla sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato o autonomo, essendo da riconoscere la tutela anche per lavori prestati per amicizia o comunque in situazione diversa dalla prestazione di lavoro.

 
   
 
Sentenza Cassazione (633e): Sull'obbligo della individuazione e della valutazione dei rischi rari ma non ignoti - Sez. IV penale n. 13483 del 30 aprile 2020.

In tema di prevenzione degli infortuni il datore di lavoro ha l’obbligo di analizzare tutti i fattori di pericolo presenti in azienda secondo la propria esperienza, l’evoluzione della scienza tecnica e la casistica in relazione alla singola lavorazione.

 
   
 
Sentenza Cassazione (639): sugli obblighi delle imprese affidatarie nei cantieri temporanei o mobili - Sez. IV penale n. 12440 del 20 aprile 2020.

L’impresa affidataria è tenuta a adempiere per ogni ditta subappaltatrice agli obblighi di verifica della idoneità tecnico professionale, allo scambio delle informazioni, alla cooperazione e coordinamento e alla valutazione dei rischi interferenziali.

 
   
 
Sentenza Cassazione (637): sulla gestione dei rischi affidata ai coordinatori in esecuzione nei cantieri edili - Sez. IV penale n. 10136 del 16 marzo 2020.

I rischi la cui gestione è affidata al cse sono soltanto quelli interferenziali fra le imprese o anche quelli specifici di  ogni singola impresa? E’ una domanda alla quale si cerca di dare un riscontro nel commentare delle sentenze della Corte di Cassazione.

 
   
 
Sentenza Cassazione (631): Sulla marcatura CE come garanzia assoluta di sicurezza - Sez. IV penale n. 6567 del 20 febbraio 2020.

Il datore di lavoro risponde dell'infortunio di un lavoratore dovuto alla mancanza, su una macchina da lui usata, dei previsti requisiti di sicurezza né la presenza su di essa della marcatura di conformità ce vale a esonerarlo dalle sue responsabilità.
 

 
   
 
Sentenza Cassazione (635): Sugli elementi di distinzione fra il regime del distacco e quello del subappalto - Sez. IV penale n. 4889 del 5 febbraio 2020.
L'istituto del distacco non si traduce in un totale esonero per il distaccante dall'obbligo di garantire l'incolumità del proprio dipendente in quanto resta quello di informarlo e formarlo sui rischi delle mansioni che è chiamato a svolgere nel distacco.
 
   
 
Sentenza Cassazione (630): Sulla concreta e adeguata attuazione delle misure di sicurezza previste nel Duvri - Sez. IV penale n. 4886 del 5 febbraio 2020.

Negli appalti interni il committente datore di lavoro è tenuto non solo a prevedere nel documento unico di valutazione dei rischi interferenziali le misure di prevenzione da adottare ma anche a verificare che le stesse siano state concretamente attuate.

 
   
 
Sentenza Cassazione (626): Sulla non responsabilitÓ di un dirigente senza autonomia decisionale e potere di intervento - Sez. IV penale n. 3184 del 27 gennaio 2020.

In tema di reati omissivi colposi la responsabilità per un sinistro fra le varie figure garanti della sicurezza deve essere fatta accertando in concreto la reale titolarità del potere-dovere di gestione della fonte di pericolo che ha portato alla lesione.
 

 
   
 
Sentenza Cassazione (628): Sull'effettivitÓ della posizione di garanzia del datore di lavoro rispetto al lavoratore - Sez. III penale n. 229 del 8 gennaio 2020.

La qualifica di datore di lavoro si radica non già in una veste meramente formale bensì nella effettiva titolarità del rapporto di lavoro con il lavoratore e ciò per evitare che il datore stesso possa sottrarsi al rispetto degli obblighi di sicurezza.

 
   
 
 
risultati da 1 a 15 di 15       pagina
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it