08 giugno 2023

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
E' accaduto
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 

Accessi:
2739535
 
 
 
Utenti online:
5
 
 
CONSULTA LA BANCA DATI
 
Quesiti
Sentenze
Approfondimenti
Linee Guida
Norme e Prassi

Per le modalità e le condizioni di accesso clicca
 qui
 
Sentenza Cassazione (759): Sui criteri di individuazione dei destinatari degli obblighi in materia di prevenzione infortuni - penale Sezione IV - n. 9451 del 7 marzo 2023.
 

L'individuazione dei destinatari degli obblighi antinfortunistici deve fondarsi non già sulla qualifica rivestita da un soggetto bensì sulle funzioni in concreto esercitate che prevalgono rispetto alla carica attribuitagli e alla sua funzione formale.

 
Sentenza Cassazione (760): Sull’obbligo di aggiornamento del POS e del suo adeguamento alla complessità delle opere da realizzare - penale Sezione IV - n. 6565 del 16 febbraio 2023.
 

Il datore di lavoro non deve limitarsi a redigere un POS volto a prevenire le fonti di rischio connesse alle opere oggetto di appalto, ma deve aggiornarlo quando le stesse comportino sistemi di lavorazione più complessi rispetto a quelli previsti.   

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (536): sull’obbligo del datore di lavoro di consegnare al lavoratore l’attestato di formazione al momento delle sue dimissioni o del suo licenziamento.
 

Ha l’obbligo il datore di lavoro di consegnare al lavoratore, al momento delle sue dimissioni e/o del suo licenziamento, l’attestato della formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro allo stesso impartita?
     Risposta a cura di G. Porreca
     
  Il lettore, nel formulare questo quesito sull’obbligo o meno da parte del datore di lavoro di consegnare ai propri dipendenti al momento delle loro dimissioni e/o del loro licenziamento gli attestati della formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro che hanno acquisito, ha messo in luce un “buco normativo” che ancor oggi è possibile riscontrare nel testo del D. Lgs. n. 81/2008 e che non è mai stato colmato benché fosse stato messo in evidenza da più parti fin dalla pubblicazione dello stesso decreto legislativo. Per rispondere al quesito....................

 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
REGISTRAZIONE GRATUITA NEWSLETTER
I dati contrassegnati con (*) sono obbligatori.
 
Dati Anagrafici
E-mail*   
Conferma E-mail*   
Nome*   
Cognome*   
Provincia*   
Città*   
Come sei venuto a conoscenza del sito?   
 
Newsletters
Qualifica   
   
   
   
   
   
   
Titolo Professionale   
   
   
   
   
   
   
   
Associazioni e ordini   
   
   
   
   
 
Cambia immagine

Inserire il codice visualizzato nell'immagine *



 
Informativa sulla privacy *
Confermo di aver letto l'informativa e di autorizzare al trattamento dei dati personali per dare seguito alla mia richiesta di iscrizione.
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
Sentenza Cassazione (761): Sulla responsabilità per l’infortunio di un lavoratore caduto da un ponteggio in fase di allestimento - penale Sezione IV - n. 9449 del 7 marzo 2023.
 

Secondo un orientamento costante in materia di infortuni sul lavoro l'eventuale condotta colposa del lavoratore infortunato non può assurgere a causa da sola sufficiente a produrre l'evento se riconducibile all'area di rischio propria del lavoro svolto.

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (539): sulla compatibilità fra le funzioni di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e il ruolo di preposto a cura di G. Porreca.
 

Vorrei un parere riguardo la compatibilità del ruolo svolto da una medesima persona in qualità di preposto e di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. Non mi risultano presenti indicazioni legislative che vietino tale sovrapposizione. Ci sono eventualmente degli interpelli a tal riguardo? 
Risposta a cura di G. Porreca
        Una incompatibilità per il rappresentante dei lavoratori è stata espressamente stabilita dal legislatore con il D. Lgs. n. 8/2008 ed è contenuta nell’art. 50 comma 7 secondo cui "L’esercizio delle funzioni di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza è incompatibile con la nomina di responsabile o addetto al servizio di prevenzione e protezione" e non mi risulta che nello stesso testo siano state evidenziate altre incompatibilità per tale figura. Sulla possibilità o meno ...................

 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it