26 settembre 2018

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 

Accessi:
1897192
 
 
 
Utenti online:
6
 
 
___SEGUICI SU TWITTER___
 
  SEGUICI    SU   TWITTER
 
NON RICEVI LA NEWSLETTER?
 
Se sei iscritto e non ricevi la newsletter o se hai cambiato indirizzo  rinnova qui l'iscrizione
 
Convenzione AiFOS porreca.it.
 

E' stata attivata una convenzione con l’AiFOS in base alla quale porreca.it si è impegnato a fornire agli iscritti all’AiFOS che ne facciano richiesta un abbonamento annuo ad un prezzo ridotto di un terzo rispetto a quello praticato normalmente agli utenti e una informativa su Corsi e Convegni segnalati. Per informazioni conttatta info@porreca.it.

 
CONSULTA LA BANCA DATI
 
Quesiti
Sentenze
Approfondimenti
Linee Guida
Norme e Prassi

Per le modalità e le condizioni di accesso clicca
 qui
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (484): sull'obbligo della nomina del medico competente e sui lavoratori da sottoporre a sorveglianza sanitaria.
 

In merito alla sorveglianza sanitaria negli ambienti di lavoro esiste un obbligo legislativo ineludibile verso la nomina del Medico Competente in qualsivoglia attività o è conseguente alla valutazione dei rischi presenti e valutati? Se tra i dipendenti vi sono alcuni che non sono esposti a rischi specifici mentre altri sono soggetti ad esempio alla mmc è giusto sottoporre a sorveglianza sanitaria solo questi ultimi e non i primi?
 Risposta a cura di G. Porreca
     Il quesito al  quale si dà riscontro è analogo a quello riportato nella rubrica dei Quesiti sull’applicazione del D. Lgs. n. 81/2008 di questo stesso sito e individuato con il n. 483 ed è finalizzato a conoscere se l’obbligo di nominare il medico competente sussiste sempre per tutte le aziende o se tale nomina è legata all’esito della valutazione dei rischi e alla presenza nell’azienda stessa di lavoratori da sottoporre a sorveglianza sanitaria e a conoscere altresì ...................

 
Sentenza Cassazione (546): sull'adeguamento continuo del documento di valutazione dei rischi - Sezione IV penale - Sentenza n. 6121 dell'8 febbraio 2018.
 

Il documento di valutazione dei rischi è uno strumento duttile che deve essere adeguato e attualizzato in relazione ai mutamenti sopravvenuti che sono potenzialmente suscettibili di determinare nuove e diverse esposizioni a rischio dei lavoratori.

 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
 
CONTATTI
 
 
 
Per informazioni e segnalazioni
contattare la redazione del sito
all'indirizzo:

info@porreca.it
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
Il D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 aggiornato ai successivi decreti modificativi e applicativi.
 
     Consulta
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (488): suila formazione dei lavoratori neoassunti in materia di salute e sicurezza sul lavoro a cura di G. Porreca.
 

Per quanto riguarda la formazione dei lavoratori neoassunti è sempre valido quanto riportato al punto 10 dell' Accordo Stato regioni del 21/12/2011 inerente le disposizioni transitorie di prima applicazione, il cui relativo percorso formativo deve essere completato entro e non  oltre 60 giorni dalla assunzione?
     Risposta a cura di G. Porreca
     Lo scrivente in passato ha già dato riscontro ad un quesito analogo riguardante la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro dei lavoratori neoassunti, quesito consultabile con il numero 241 nella rubrica dei quesiti sulla’applicazione del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 e s.m.i. di questo stesso sito per cui, per rispondere al quesito formulato dal lettore in questa occasione, ritiene di rinnovare le stesse osservazioni già formulate in quella circostanza. L’obbligo da parte del datore di lavoro di ...................

 
Sentenza Cassazione (545): sulla posizione di garanzia di due codatori di lavoro per l'infortunio occorso a un dipendente - Sezione IV penale - Sentenza n. 9137 del 28 febbraio 2018.
 

Come si individua la posizione di garanzia in materia di sicurezza e quindi la responsabilità di due datori di lavoro "equiordinati" di un'impresa per l'infortunio occorso a un lavoratore dipendente della stessa? Ha risposto a questa domanda la Corte di Cassazione in una recente sentenza. 

 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it