03 dicembre 2016

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum vitae
 

Accessi:
1544472
 
 
 
Utenti online:
5
 
 
CONVEGNO PORRECA AIAS SILEAISFORP Bari 12/9/2016
 

Organizzato dal sito porreca.it, con la collaborazione di Aias e del Consorzio Silea Isforp, si è svolto a Bari il 12/9/2016 dalle 15.00 alle 19.00 presso la Fiera del Levante un Convegno sul tema “Formazione, Giurisprudenza, Appalti Pubblici e Antincendio. Novità e aggiornamento tecncio-normativo". Relatori Gerardo Porreca, Fulvio Longo, Francesco Paolo Sisto, Giuseppe Paradies, Daniele Longo e Giorgio Cucurachi.
Gli atti le foto e  la registrazione del Convegno. 

 
CONSULTA LA BANCA DATI
 
Quesiti
Sentenze
Approfondimenti
Linee Guida
Norme e Prassi

Per le modalità e le condizioni di accesso clicca
 qui
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (432): sull'obbligo di redigere il PSS nei cantieri pubblici dopo l'entrata in vigore del nuovo codice degli appalti.
 

E vero che il Piano di Sicurezza Sostitutivo (PSS) è stato abolito dal D. Lgs. 50/2016? Se è così chi valuta i rischi correlati all’ambiente in cui opera il cantiere? E in tal caso è l’unica impresa appaltatrice ed esecutrice che è tenuta, nel redigere il POS in conformità al D. Lgs. 81/2008, a prendere in considerazione i rischi correlati all'ambiente circostante?Risposta a cura di G. Porreca
Il lettore pone un quesito che un po’ tutti ci siamo posti subito dopo l’entrata in vigore del nuovo codice degli appalti pubblici di cui al D. Lgs. 18/4/2016 n. 50 in vigore dal 19/4/2016 e cioè se è stato abolito o meno il piano sostitutivo di sicurezza (PSS), dato che nel decreto non viene fatto più riferimento allo stesso, e se i contenuti minimi previsti per la sua redazione devono essere riportati o meno nel piano operativo di sicurezza (POS) che l’unica impresa esecutrice che opera in un cantiere edile pubblico è tenuta comunque a redigere. E’ l’occasione questa .................

 
Sentenza Cassazione (467): sulla responsabilità del medico competente per la mancata sorveglianza sanitaria del lavoratore - Sezione IV penale - Sentenza n. 35425 del 24 agosto 2016.
 

Cosa comporta per un medico competente l’aver individuato un rischio specifico per la salute di un lavoratore, sia pure in termini incerti o comunque bassi, e il non aver programmato per lo stesso la dovuta sorveglianza sanitaria? Si è espressa in merito la Corte di Cassazione in una recente sentenza. Il commento a cura di G. Porreca.

 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
Si avvicina il termine di scadenza per l’aggiornamento dei datori di lavoro RSPP che si sono formati con il D.M. 16/1/1997.

Scadrà l’11/1/2017 il termine per l'aggiornamento dei datori di lavoro RSPP che si sono formati prima dell’entrata in vigore dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 e secondo quindi le modalità del D.M. 16/1/1997 che prevedeva l’obbligo per gli stessi di frequentare un corso di formazione della durata di 16 ore.

 
 
 
Sentenza Cassazione (474): sull'obbligo del datore di lavoro di verificare il rispetto delle norme antinfortunistiche - Sezione IV penale - Commento a cura di G. Porreca.

L’imprenditore è gravato dall’obbligo di verificare il rispetto effettivo nelle norme antinfortunistiche ricorrendo se del caso anche a sanzioni disciplinari nei confronti dei lavoratori che non si adeguino in concreto alle disposizioni prevenzionali. E' quanto discende da una recente sentenza della Corte di Cassazione. Il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Pubblicate sulla G.U. le linee Guida dell’ANAC sul ruolo e i compiti del R.U.P..

Pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 273 del 22/11/2016 le linee guida n. 3 elaborate dall’Anac sulla nomina, sul ruolo e sui compiti del responsabile unico del procedimento (RUP) per l’affidamento di appalti e concessioni. Le linee guida sono state elaborate ai sensi dell’art. 31 comma 5 del Codice degli Appalti di cui al D. Lgs n. 50/2016.

 
 
 
Individuate con un DM le figure dei datori di lavoro negli Uffici del Ministero Salute.

Forniti dal Ministero della Salute con il DM 20/9/2016 dei chiarimenti in merito alla individuazione della figura del datore di lavoro nei propri uffici centrali e periferici ai fini dell'applicazione del D. Lgs. n. 81/2008. Fissate delle modalità operative per l'assegnazione a ciascuna struttura periferica delle necessarie risorse economiche.

 
 
 
Convegno Nazionale Aiesil Chieti 16 dicembre 2016.

L'Aiesil, in collaborazione con la Federazione degli Ordini e dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali dell'Abruzzo, organizza un Convegno Nazionale itinerante sulla "Sicurezza, legalità e progettualità in agricoltura e nella cantieristica forestale" che si svolgerà a Chieti il 16 dicembre 2016 presso la CCIAA in via O. Pomilio Chieti Scalo.

 

 
 
 
Emanata dalla Regione Lombardia una linea guida sulla gestione del rischio di esposizione alla formaldeide.

Emanato dalla Regione Lombardia un Decreto contenente una "Linea guida regionale sulla stima e gestione del rischio da esposizione a formaldeide: razionalizzazione del problema e proposta operativa". Il provvedimento è stato elaborato dal Laboratorio “Rischio Chimico” in risposta ad una espressa richiesta del tessuto industriale lombardo.


 
 
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (433): sulle modalità di svolgimento delle funzioni di responsabile del servizio di prevenzione e protezione a cura di G. Porreca.

Formulato da un lettore un quesito sulle modalità di effettuazione delle visite in azienda del responsabile del servizio di prevenzione e protezione finalizzato in particolare a conoscere se può effettuare dei sopralluoghi in azienda senza preavviso e senza che ne sia stato informato il datore di lavoro. La risposta a cura di G. Porreca.

 
 
 
L'ing. Porreca a Baronissi (Sa) l'1/12/2016 quale relatore unico in un Corso di aggiornamento organizzato dalla Brixia Business Solutions. Valido ai fini del riconoscimento di crediti formativi.

Brixia Business Solutions s.r.l. organizza un Corso di aggiornamento di 8 ore dal titolo “Le novità sulla Formazione per RSPP e ASPP secondo l'Accordo Stato Regioni del 07/07/2016” che si svolgerà a Baronissi (Sa) l’1/12/2016 dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30. Relatore unico l’ing. Gerardo Porreca. E' previsto il rilascio di crediti formativi.

 
 
 
Sentenza Cassazione (473): sulla responsabilità per l'infortunio di un lavoratore "improvvisatosi" manutentore - Sezione IV penale - Commento a cura di G. Porreca.

Fino a che punto si può considerare abnorme il comportamento di un lavoratore che, “improvvisatosi” manutentore, si è infortunato cadendo da una scala utilizzata scorrettamente e tale da non addebitare al datore di lavoro quanto accadutogli? La risposta in una recente sentenza della Corte di Cassazione. il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Seminario tecnico AiFOS sul nuovo Accordo Stato-Regioni sulla formazione RSPP Napoli 16 dicembre 2016.

L’AiFOS organizza un Seminario tecnico sul tema "Nuovo Accordo Stato-Regioni RSPP 2016” che si svolgerà a Napoli il 16/12/2016 presso la Città della Scienza, relatori Carmine Salamone e Mario Gallo. Ai partecipanti verranno attribuiti 2 crediti per Formatori area normativa 1 e per Coordinatori per la sicurezza, RLS. RSPP/ASPP.

 
 
 
Emanata dall'Ispettorato Nazionale del Lavoro una circolare contenente indicazioni sull’applicazione della legge 300/70 ai GPS montati sulle autovetture aziendali.

Fornite dal neo Ispettorato Nazionale del Lavoro in una Circolare delle indicazioni circa la corretta lettura dell’art. 4 della Legge 20/5/1970 n. 300, così come modificato dall’art. 23 del D. Lgs. 14/9/2015 n. 151, per quanto attiene l’installazione di apparecchiature di localizzazione satellitare GPS montate su autovetture aziendali.

 
 
 
Dalle riviste specializzate in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Si segnalano gli articoli "SINP Un sistema informativo utile per la prevenzione" (M. Masi), "Il nuovo regolamento UE sui dispositivi di protezione individuale" (M. Sole Lora, A. Oddo e C. Gabriele), "La sicurezza sul lavoro dopo il Jobs Act. Confronto a più voci" (F. Mariani), "Emanata la regola tecnica antincendio per gli uffici" (A. Cappa).

 
 
 
Elaborato dalla CIIP un documento sulla promozione della salute e sicurezza nella scuola.

Elaborato dalla CIIP  un documento sulla "Promozione della salute e sicurezza nelle istituzioni scolastiche" con la finalità di proseguire un'attiività già intrapresa dalla Consulta negli anni precedenti e mirata alla diffusione della cultura della salute e sicurezza nelle scuole. Contiene una serie di proposte sulle iniziative da prendere.

 
 
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
DICONO DI NOI
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
Il D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 aggiornato a settembre 2015 con i decreti attuativi del Jobs Act
 
     Consulta
 
Sentenza Cassazione (434): sugli obblighi di vigilanza da parte del datore di lavoro diretto o a mezzo del preposto - Sezione IV penale - Sentenza n. 47742 del 2 dicembre 2015.
 

Al di là di una eventuale e imprevedibile negligenza, o imprudenza dei lavoratori nello svolgimento della loro mansione il datore di lavoro deve controllare personalmente o a mezzo dei preposti che le operazioni lavorative avvengano in sicurezza.

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (431): sulla responsabilità del delegato del datore di lavoro nel caso di un infortunio occorso a un lavoratore in azienda.
 

Sono consulente RSPP presso un'azienda che nel contempo ha designato un delegato responsabile aziendale per la sicurezza e la prevenzione degli infortuni (operation manager) mediante un atto notarile. Vorrei sapere se, nel caso di un sinistro, il responsabile ultimo é il titolare dell'azienda o il suo delegato. Vorrei sapere inoltre se la formulazione della delega é conforme alla legge.
Risposta a cura di G. Porreca
     Ecco che torna un quesito sulla delega di funzioni da parte del datore di lavoro già oggetto di altri quesiti pubblicati in questa stessa rubrica sui “Quesiti sulla applicazione del D. Lgs. n. 81/2008” (si consulti i quesiti n. 416, 415, 353 304 e 176). Questa volta il quesito mira a conoscere se, nel caso in cui accada un infortunio in un una azienda nell’ambito della quale il datore di lavoro ha provveduto a conferire una delega ad un soggetto delegato, la responsabilità di quanto accaduto ricade sul delegato o comunque sul datore di lavoro delegante. Per rispondere al quesito..................

 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it