16 novembre 2018

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
La mia risposta ai quesiti
 
>Applicazione D. Lgs. 81/2008
 
>Applicazione D. Lgs. 494/1996
 
>Applicazione D. Lgs. 758/1994
 
>Applicazione D. Lgs. 626/1994
 
>Applicazione norme generali
 
>Sicurezza del cantiere edile
 
 
>Macchine - attrezzature - impianti
 
>Vigilanza
 
La risposta a quesiti rivolti a altri
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 
 

Accessi:
1928053
 
 
 
Utenti online:
5
 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
QUESITI  |  LA MIA RISPOSTA AI QUESITI  |  SICUREZZA DEL CANTIERE EDILE 
 
 
 
Quesito sicurezza cantiere edile (9)

Tenendo conto della legge sulla privacy, il tesserino di riconoscimento che le ditte devono fornire ai lavoratori nel cantiere può contenere il nome ed il cognome del dipendente? Il tesserino deve contenere anche la data di assunzione?

 
   
 
Quesito sicurezza cantiere edile (8)

Con riferimento all’obbligo del tesserino di cantiere introdotto con l’art. 36 del decreto Bersani, a quale sanzione è soggetto il lavoratore autonomo che non si munisce di tesserino (mancata istituzione)? Essa è uguale a quella a carico dei datori di lavoro per la mancata istituzione del tesserino oppure è quella per la mancata esposizione dello stesso da parte dei lavoratori dipendenti? Le sanzioni non specificano questo caso.

 
   
 
Quesito sicurezza cantiere edile (7)

L'obbligo di redigere il PIMUS (piano di montaggio, uso e smontaggio, di cui all'art. 36 quater del D. Lgs. 626/94, vale anche per i ponti su ruote a torre (trabattelli di cui all'art. 52 del DPR 164/56)?

 
   
 
Quesito sicurezza cantiere edile (5)

Esistono delle disposizioni normative e/o sentenze della suprema Corte di Cassazione, relative alla responsabilità dell'utilizzatore di una gru a torre e dell'installatore nel caso in cui il braccio della gru stessa non sia libero di ruotare per tutta l'area di rotazione, a causa della presenza di ostacoli fissi, anche nei periodi di inattività della gru a torre?

 
   
 
Quesito sicurezza cantiere edile (4)

Che caratteristiche deve possedere l'impianto elettrico in un cantiere temporaneo (a che leggi è assoggettato, quali specifiche tecniche deve possedere)? E che prescrizioni sono da tenere in considerazione per le gru a torre all' interno di un cantiere temporaneo (in particolare per l' uso promiscuo)?

 
   
 
Quesito sicurezza cantiere edile sull'obbligo del collegamento a terra di un ponteggio

Nel corso di una ispezione in un cantiere edile ho notato che il ponteggio ivi installato non era collegato a terra. In quali casi è necessario effettuare il collegamento a terra di tali strutture?

 
   
 
Quesito sicurezza cantiere edile sullo sconfinamento dell braccio di una gru

Esistono disposizioni di legge o sentenze della corte di cassazione relative allo sconfinamento del braccio di una gru sul fondo del vicino?

 
   
 
Quesito sicurezza cantiere edile sulla verifica di un apparecchio di sollevamento da parte di un tecnico qualificato

Può un datore di lavoro per ottemperare agli obblighi di cui all'art.194 del DPR 547/55 ed in mancanza dell'intervento della ASL, far sottoporre un apparecchio di sollevamento collaudato dalla Ispesl a verifica periodica da parte di un tecnico qualificato?

 
   
 
Quesito sicurezza cantiere edile sulla validità di una autocertificazione di regolarità

Un datore di lavoro richiede all'Ispesl competente territorialmente, l'omologazione di un apparecchio di sollevamento (gru su autocarro) acquistata e messa in esercizio (con valida dimostrazione documentale) antecedentemente all'entrata in vigore della direttiva macchine (DPR 459/96). Il funzionario dell'Ispesl, a seguito della verifica della gru e del fascicolo tecnico della stessa rileva delle deficienze, redige un verbale con esito negativo notificandolo al datore di lavoro, e invia copia dello stesso all'ASL. L'organo di vigilanza rileva nelle deficienze riscontrate dal funzionario dell' ispesl violazioni al dettato del DPR 547/55. L’UPG si reca presso la ditta per notificare al datore di lavoro un verbale di prescrizione ai sensi dell' art. 20 del D. Lgs. 758/94. Il datore di lavoro fornisce una dichiarazione con la quale si impegna a non utilizzare la gru (perchè i costi per eliminare le deficienze riscontrate dall'Ispesl sono rilevanti) e di rendere inerte la presa di forza dell'apparecchio di sollevamento. Per quanto sopra esposto si chiede di fornire un parere in merito a : 1) può accettare l'UPG una dichiarazione di questo tipo e quindi non applicare le procedure di cui al D. Lgs. 758/94? 2) è possibile autocertificare il non utilizzo di attrezzature, macchine ecc. e quindi non essere obbligati alla messa a norma?

 
   
 
 
risultati da 1 a 9 di 9       pagina
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it