18 novembre 2018

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
La mia risposta ai quesiti
 
>Applicazione D. Lgs. 81/2008
 
>Applicazione D. Lgs. 494/1996
 
>Applicazione D. Lgs. 758/1994
 
>Applicazione D. Lgs. 626/1994
 
>Applicazione norme generali
 
>Sicurezza del cantiere edile
 
>Macchine - attrezzature - impianti
 
>Vigilanza
 
 
La risposta a quesiti rivolti a altri
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 
 

Accessi:
1929301
 
 
 
Utenti online:
7
 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
QUESITI  |  LA MIA RISPOSTA AI QUESITI  |  VIGILANZA 
 
 
 
Quesito sulla individuazione del dolo o della colpa per un infortunio a seguito di gravi e reiterate violazioni in materia di sicurezza

Nel caso in cui in un cantiere accada un infortunio sul lavoro dovuto ad una carenza di misure di sicurezza che il datore di lavoro, benché ne fosse a conoscenza, non ha provveduto a rimuovere è possibile ipotizzare la presenza di un dolo nel suo comportamento   e non solo di una colpa per negligenza avendo lo stesso esposto consapevolmente a rischio il proprio dipendente?

 
   
 
Quesito sugli organi di vigilanza sulla conformità ai RES e sulla sicurezza delle macchine indicati nel D. Lgs. n. 17/2010

Con riferimento alla risposta fornita ad un altro quesito relativo ai provvedimenti che devono essere adottati dagli organi di vigilanza nei confronti di chi fabbrica, vende ed utilizza macchine che benché marcate CE possano pregiudicare la sicurezza dei lavoratori cosa si intende per organi di vigilanza indicati nel D. Lgs. n. 17/2010?

 
   
 
Quesito: sulle competenze dell'Ispettorato del lavoro (2)

Sono un operatore tecnico della prevenzione dello spresal ASL 8 di Cagliari. Ho letto una delle ultime news presenti sul suo sito sulla circolare del Ministero del Lavoro n. 9 del 2006 sulla diffida da applicarsi a tutti quei disposti normativi per i quali è prevista la sanzione amministrativa (es: art 11 del D. Lgs. 494/96 notifica preliminare o art. 11 D. Lgs. 626/94 riunione periodica). Tale circolare è stata emanata per dare un'interpretazione corretta del D. Lgs. 124/04 riguardante il personale ispettivo del Ministero del Lavoro. A questo punto sorge una domanda: tale decreto e relativa circolare sono riferibili anche alla nostra attività? Ovvero qualora si riscontrasse una violazione al D. Lgs 494/96 o 626/94 per la quale il contravventore è punito con la sanzione amministrativa, il personale UPG delle ASL è tenuto ad applicare la procedura della 124/04? Noi attualmente operiamo applicando la legge 689/81 per le sanzioni amministrative.

 

 
   
 
Quesito: sulle competenze dell'Ispettorato del lavoro (1)

Si chiede di sapere se, ai sensi della normativa vigente, l'Ispettorato del Lavoro è un organismo competente per la vigilanza sull'applicazione della legislazione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, fatte salve le attività che comportano particolari rischi elevati come stabilito dal DPCM 412/97. Tale considerazione nasce dalla mia personale opinione che l'unico organismo competente per l'accertamento e l'applicazione delle prescrizioni di cui al D. Lgs. 758/94 è l'ASL competente e ciò in virtù dell'art. 23 del D. Lgs. 626/94 e dell'art. 19 dello stesso D. Lgs. 758/94 oltre che al combinato disposto degli artt. 401 e 402 del DPR 547/55 con l'art. 21 della legge 833/78.

 
   
 
 
risultati da 1 a 4 di 4       pagina
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it