18 novembre 2018

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Per argomento
 
>Applicazione norme generali
 
 
>Responsabilità figure professionali
 
>Appalti
 
>Esposizione ai rischi
 
>Macchine
 
>Sanzioni
 
>Sistema sanzionatorio
 
>Vigilanza
 
Ordine cronologico
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 
 

Accessi:
1929305
 
 
 
Utenti online:
6
 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
REPERTORIO DELLE SENTENZE  |  PER ARGOMENTO  |  APPLICAZIONE NORME GENERALI 
 
 
 
Sentenza Cassazione (564): sulla configurabilità di un cantiere in rappoto all'approvazione della licenza edilizia - Sezione IV penale - Sentenza n. 43840 del 3 ottobre 2018.

Ha rilievo, ci si chiede, la mancata approvazione di una licenza edilizia sulla configurabilità o meno di un “cantiere edile” così come definito dal D. Lgs. n. 81/2008? Un argomento al centro di lunghe discussioni fra gli operatori di sicurezza. Si è espressa in merito la Corte di Cassazione argomentando il suo parere.   

 
   
 
Sentenza Cassazione (561): torna la Cassazione sul rischio di caduta dalll'alto e sulla definizione di lavori in quota - Sezione IV penale - Sentenza n. 39104 del 29 agosto 2018.

E' tornata la Corte di Cassazione a esprimersi sulla protezione dal rischio di caduta dall'alto nei luoghi di lavoro, sulla definizione di lavori in quota e sulla continuità giuridica fra la disposizione di cui all'art. 16 del D.P.R. n. 164/1956 e quella di cui all'art. 122 del D. Lgs. n. 81/2008.

 
   
 
Sentenza Cassazione (556): Sul nesso causale fra evento e omissioni in caso di sospensione dell'attività lavorativa - Sezione IV penale - Sentenza n. 33416 del 18 luglio 2018.

La relazione causale tra la violazione delle prescrizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro e gli infortuni legati al rischio che le prescrizioni violate avrebbero potuto eliminare sussiste anche nei momenti di pausa e di sospensione dell’attività.

 
   
 
Sentenza Cassazione (550): sull'applicazione del principio di autoresponsabilità dei lavoratori - Sezione IV penale - Sentenza n. 22034 del 18 maggio 2018.

Ancora una sentenza della Cassazione sul nesso causale ex art. 40 c.p. fra l'evento infortunistico di un lavoratore e la condotta omissiva del datore di lavoro in materia di sicurezza sul lavoro. Un caso quello di cui alla sentenza nel quale il comportamento del lavoratore è stato giudicato abnorme e imprudente.  Il commento a cura di G. Porreca.

 
   
 
Sentenza Cassazione (541e): Sulla responsabilità dell'ente per i reati di omicidio e lesioni colpose ex D. Lgs. 231/2001 - Sezione IV penale - Sentenza n. 16713 del 16 aprile 2018.

Si è espressa la Cassazione in una recente sentenza sulla responsabilità dell'ente ex D. Lgs. n. 231/2001 nel caso che i suoi organi apicali abbiano commesso reati di omicidio o lesioni colpose con violazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro e su quando la stessa possa essere esclusa. 

 
   
 
Sentenza Cassazione (554): sulla responsabilità per l'infortunio di un lavoratore accaduto in un albergo - Sezione IV penale - Sentenza n. 16101 del 11 aprile 2018.

Non si possono estendere le posizioni di garanzia da cui deriva una responsabilità penale oltre i limiti fissati dalle specifiche disposizioni che le prevedono in quanto ciò si risolverebbe in un’estensione in malam partem vietata dalla legge penale.

 
   
 
Sentenza Cassazione (544): sul diritto del DdL di farsi assistere da un difensore durante un'ispezione dell'organo di vigilanza - Sezione III penale - Sentenza n. 7009 del 14 febbraio 2018.

Gli atti compilati dall’organo di vigilanza in materia di sicurezza sul lavoro nel corso degli accertamenti ispettivi sono di natura amministrativa e extraprocessuale e non necessitano quindi della nomina del difensore di fiducia  per il destinatario.

 
   
 
Sentenza Cassazione (529): sull'applicazione del C. d. S. e dell'art. 437 c.p. per la manomissione di un cronotachigrafo - Sezione I penale - Sentenza n. 2200 del 19 gennaio 2018.

L’applicazione dell’art. 179 del c.d.s., nel caso che il conducente di un mezzo alteri il cronotachigrafo, esclude la concorrente applicazione dell’art. 437 c.p. per avere danneggiato un impianto destinato a prevenire disastri o infortuni sul lavoro.   

 
   
 
Sentenza Cassazione (531): sull'applicazione dell'art. 437 c.p. relativo alla rimozione od omissione di cautele antinfortunistiche - Sezione IV penale - Sentenza n. 57673 del 28 dicembre 2017.

La pubblica incolumità da tutelare contro gli eventi lesivi di cui all’art. 437 c.p. comprende anche l’infortunio individuale poiché essa è caratterizzata dalla indeterminatezza dei lavoratori e non dal numero rilevante di quelli esposti al rischio.

 
   
 
Sentenza Cassazione (521): sul rischio di caduta dall'alto e sulla nozione di lavori in quota - Sezione IV penale - Sentenza n. 42261 del 15 settembre 2017.

L'altezza superiore a 2 m dal suolo, tale da richiedere l’applicazione dell'art. 122 del D. Lgs. n. 81/2008 si riferisce all'altezza alla quale viene eseguito il lavoro, rispetto al terreno sottostante e non al piano di calpestio del lavoratore.

 
   
 
Sentenza Cassazione (510): sulla definizione di lavoratore alla luce del Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro - Sezione III penale - Sentenza n. 18396 del 11 aprile 2017.

La definizione di lavoratore fornita dal D. Lgs. n. 81/2008 fa leva sullo svolgimento dell’attività lavorativa dallo stesso effettivamente svolta nell’ambito della organizzazione di un datore di lavoro indipendentemente dalla tipologia contrattuale. 

 
   
 
Sentenza Cassazione (508): sulla mancata fornitura della documentazione richiesta dall'Ispettorato del Lavoro - Sezione III penale - Sentenza n. 13204 del 20 marzo 2017.

Il reato della mancata fornitura di notizie all’ispettorato del lavoro si configura in presenza di una richiesta specifica fatta legalmente da parte dell’organo di vigilanza contestualmente a una risposta mancata o carente degli elementi richiesti.

 
   
 
Sentenza Cassazione (492): sulla manomissione del cronotachigrafo come omissione dolosa di cautele antinfortunistiche - Sezione I penale - Sentenza n. 13937 del 22 marzo 2017.

La manomissione di un cronotachigrafo o del limatore di velocità su di un mezzo aziendale oltre ad integrare la violazione dell’art. 179 del codice della strada costituisce anche una omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro ex art. 437 c.p.? La risposta in una recente sentenza della Corte di Cassazione.

 
   
 
Sentenza Cassazione (496e): sulla posizione di garanzia di un funzionario pubblico con poteri di gestione e di spesa - Sezione IV penale - Sentenza n. 8119 del 20 febbraio 2017.

Risponde il funzionario di una pubblica amministrazione, in mancanza di una specifica delega,   dell'infortunio occorso a un lavoratore dalla stessa  dipendente per non avere provveduto ad effettuare la valutazione dei rischi ? Si è espressa in merito la Corte di Cassazione in  una recente sentenza. Il commento di G. Porreca.

 
   
 
Sentenza Cassazione (491): sull'utilizzo delle apparecchiature e degli impianti audiovisivi nei luoghi di lavoro - Sezione III penale - Sentenza n. 51897 del 6 dicembre 2016.

Costituisce ancora reato l’uso di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori dopo la revisione dell’art. 4 dello statuto dei lavoratori ex legge 300/1970 da parte del Jobs Act ? La risposta in una recente sentenza della Cassazione.

 
   
 
 
risultati da 1 a 15 di 61       pagina successiva
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it