18 luglio 2018

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Notizie 2018 II semetre
 
Notizie 2018 I semestre
 
Notizie 2017 II semestre
 
Notizie 2017 I semestre
 
Notizie 2016 II semestre
 
Notizie 2016 I semestre
 
Notizie 2015 II semestre
 
Notizie 2015 I semestre
 
Notizie 2014 II semestre
 
Notizie 2014 I semestre
 
Notizie 2013 II semestre
 
Notizie 2013 I semestre
 
Notizie 2012 II semestre
 
Notizie 2012 I semestre
 
Notizie 2011
 
Notizie anni precedenti
 
Comunicazioni
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 
 

Accessi:
1862362
 
 
 
Utenti online:
1
 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
NOTIZIE  |  NOTIZIE 2011
 
 
 
        
STAMPA QUESTO
ARTICOLO
INVIA L'ARTICOLO
AD UN AMICO
 
 
 
 
Un avviso di scadenza per addetti e responsabili dei servizi di prevenzione e protezione.

     Si rammenta a tutti gli ASPP e RSPP che hanno usufruito, in funzione di una pregressa esperienza, dell'esonero dalla frequenza dei moduli A e B alla luce di quanto indicato nelle tabelle  A4 e A5 dell'accordo raggiunto in sede di Conferenza Stato-Regioni del 26/1/2006 e secondo gli indirizzi forniti con il successivo accordo siglato in data 5/10/2006 nella stessa Conferenza, che il 14 febbraio 2012 scade il termine ultimo per completare l’aggiornamento che peraltro per il 20% del monte ore devono comunque avere già svolto  entro il 14 febbraio 2008. 
     Si fa altresì presente che tutti gli ASPP e RSPP che a quella data non avranno provveduto a completare l'aggiornamento, previsto dagli accordi sopra citati in 60 ore per i RSPP che operano nei macrosettori di attività Ateco n. 3, 4, 5 e 7 ed in 40 ore per i RSPP che operano nei macrosettori di attività Ateco n. 1, 2, 6, 8 e 9 nonché in 28 ore per gli ASPP che operano in qualunque macrosettore di attività Ateco, non potranno continuare a svolgere la propria attività, essendo decaduto il relativo requisito professionale. In tal caso inoltre il datore di lavoro che non ha provveduto a sostituirli con soggetti in possesso dei requisiti richiesti può incorrere, per aver violato l'obbligo indelegbile di cui all'art. 17 comma 1 lettera b) del D. Lgs. n. 81/2008, in una sanzione consistente nell'arresto  da 3 a 6 mesi o nell’ammenda da 2.500 a 6.400 Euro.

     Torna alle Notizie

    

 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it