16 luglio 2020

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Notizie 2020 II semestre
 
Notizie 2020 I semestre
 
Notizie 2019 II semestre
 
Notizie 2019 I semestre
 
Notizie 2018 II semetre
 
Notizie 2018 I semestre
 
Notizie 2017 II semestre
 
Notizie 2017 I semestre
 
Notizie 2016 II semestre
 
Notizie 2016 I semestre
 
Notizie 2015 II semestre
 
Notizie 2015 I semestre
 
Comunicazioni
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
E' accaduto
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 
 

Accessi:
2261314
 
 
 
Utenti online:
6
 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
NOTIZIE  |  NOTIZIE 2020 I SEMESTRE
 
 
 
        
STAMPA QUESTO
ARTICOLO
INVIA L'ARTICOLO
AD UN AMICO
 
 
 
 
Un pericolo per la salute e la sicurezza dei lavoratori: l’apnea ostruttiva del sonno (OSA).

     Quasi un miliardo di lavoratori soffre in tutto il mondo di apnea ostruttiva del sonno (in inglese “OSA, obstructive sleep apnoea), un disturbo della qualità del sonno che ha importanti ripercussioni sulla salute globale. La stima proviene da uno studio fatto sull’OSA e pubblicato su una rivista inglese The Lancet Respiratory Medicine, che ha ben evidenziato l’elevato onere economico e sociale della malattia.
     Gli eventi respiratori ostruttivi durante il sonno rappresentano una condizione patologica cronica caratterizzata da ostruzione parziale o completa delle alte vie aeree durante il sonno. Ciò determina frequenti risvegli, sonno non riposante ed eccessiva sonnolenza diurna. I più comuni segnali di allarme sono il russare, il senso di soffocamento durante il sonno, la cefalea mattutina, la bocca secca e asciutta al mattino, la sonnolenza diurna, la fatica e la difficoltà alla concentrazione con prestazioni rallentate durante il giorno.
     I disturbi del sonno hanno come effetto una riduzione del benessere e possono avere conseguenze rilevanti per la produttività e, a lungo termine, per la sicurezza e la salute dei lavoratori;  influenzano infatti la qualità della vita e compromettono sia le attività professionali che quelle non professionali. La frammentazione del sonno porta in genere ad un evidente peggioramento dell’umore e delle performance lavorative per via della memoria di lavoro alterata e della minor velocità di prestazione neuromotoria insieme ad una maggiore ed eccessiva sonnolenza diurna che pregiudica l’efficienza e la sicurezza sul lavoro e aumenta anche il rischio di incidenti automobilistici esponendo i lavoratori ad importanti e prevenibili rischi per la salute.
     E’ stato stimato che circa un incidente su cinque sia legato a colpi di sonno e che i lavoratori portatori di OSA, che il più delle volte non sanno di esserlo, hanno un rischio di infortunio sul lavoro duplicato ed un rischio di incidenti quasi triplicato. Per alcune categorie di lavoratori in particolare, quali i conducenti di mezzi pubblici e di mezzi pesanti, i disturbi del sonno risultano essere maggiormente pericolosi in ragione della natura intrinseca del lavoro che espone gli stessi in prima persona alle eventuali disastrose conseguenze.
     L’opera del medico del lavoro è quindi di cruciale importanza nella prevenzione e nella gestione dei lavoratori affetti da tale malattia, grazie a una identificazione precoce e a una indicazione dei corretti percorsi diagnostico-terapeutici.

    Torna alle Notizie

 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it